Ciao, Tino…

Basta, non voglio più scrivere questi post! L’altra sera stavo cenando e mi è arrivato un messaggio dalla Lombardia. Un pastore che non conosco nemmeno di persona si era premurato di farmi sapere che era mancato Tino, Tino Ziliani. Ma io non la volevo, questa notizia! Da quanto tempo non lo vedevo? Forse da questa riunione in Val Trompia? Addirittura più di quattro anni?? Sono sicura che ci fossimo sentiti almeno una volta per telefono, dopo quell’occasione.

rqmwzt
Tino all’opera un po’ di anni fa… (foto da Facebook)

Tino il tosatore. Sicuramente la prima volta che avevo sentito parlare di lui era stato in questi termini, ma non mi è mai capitato di vederlo all’opera in quella che era stata una delle sue attività. Nessuno si lamentava di come erano state tosate le pecore, quando c’era lui a dirigere la squadra. “Con il Tino si deve iniziare puntuali al mattino presto!“. “Se viene Tino, finiamo sicuramente in due giorni.” Quando c’era da lavorare… si lavorava, poi c’era tempo per le chiacchiere, un bicchiere di vino, i racconti. Il mondo dei pastori (e non solo) in questi giorni gli sta tributando un immenso affettuoso ricordo anche sui social.

sypacv
Tino spiega le tecniche di tosatura – Revello (CN)

L’avevo chiamato quando, nel Pinerolese, avevamo organizzato un breve “corso di aggiornamento” per pastori. Era venuto insieme a Claudio, un tosatore più giovane. Ovviamente la lezione era stata più pratica che teorica. Tutti i suoi allievi di quel giorno lo ricordano ancora perfettamente.

kelgff
Foto Festival del Pastoralismo – BG

Tino l’avevo conosciuto soprattutto in veste pubblica di rappresentante dei pastori. Me lo ricordo bene alla fiera di Rovato (BS), mentre imprecava perché i pastori erano al bar a bere e chiacchierare invece di venire al convegno sui problemi della pastorizia che aveva organizzato. Lì e in tante altre sedi ci siamo appunto trovati a parlare di pascolo vagante, di diritti dei pastori, di leggi assurde, di problematiche che erano le stesse in Piemonte, in Lombardia e nel resto del nord Italia.

xpebfv
Martino (Tino) Ziliani (foto Festival del Pastoralismo – BG)

Non erano mancate chiacchiere anche su temi personali, mi aveva raccontato dei tempi in cui faceva il pastore in Svizzera, di come avesse conosciuto proprio in terra elvetica quella che poi divenne sua moglie. Preferisco ricordarlo con un sorriso pensando a quel giorno in cui, dopo un convegno in Valcamonica, eravamo saliti al Passo Crocedomini. La mia auto all’epoca era un fuoristrada a cui avevo tolto i due sedili posteriori per poter caricare più materiale (quando salivo in alpeggio) e Tino, per l’appunto, in quel viaggio era non molto comodamente alloggiato nella parte posteriore dell’auto, seduto sul pianale di carico. Ricordo il suo scherzoso recriminare per la scomodità del viaggio, gli inviti a fermarsi a ogni bar lungo il tragitto per incontrare qualcuno (allevatori e “personaggi” locali) e sgranchirsi le gambe. Ciao Tino, mi spiace non averti salutato almeno ancora una volta, in questi ultimi anni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...