Il tempo dei capretti

In questa stagione il tempo per scrivere qui è poco… Quest’anno il periodo dei parti si è fortunatamente concentrato in pochi giorni, dal momento che le capre erano andate in calore tutte assieme. Manca ancora un parto, ma il più è fatto. Non parliamo dei numeri dei grandi allevamenti con capre da latte, ma comunque sono giornate in cui l’impegno cresce.

31fqpd
Le mammelle di una giovane capra al primo parto poche ore prima del lieto evento – Petit Fenis, Nus (AO)

Più o meno la data si sapeva, avendole tenute d’occhio al pascolo, però qualcosa poteva essere sfuggito, oppure poteva esserci un ritardo di qualche giorno. I segni del parto imminente però di solito sono inequivocabili, tra segnali esteriori e comportamento della capra stessa.

x3fouy
Tutto è andato bene e il capretto riceve le prime cure dalla madre – Petit Fenis, Nus (AO)

Solitamente tutto avviene secondo natura, senza bisogno di intervento dell’uomo, ma… può capitare che vi siano complicazioni, che il capretto sia mal posizionato e che il parto naturale sia impossibile o pericoloso per la mamma e per i piccoli. Meglio quindi essere sempre presenti in quegli istanti delicati. Nonostante abbia già assistito più e più volte a questi momenti, anche da sola e dovendo prestare qualche aiuto agli animali, vivo comunque il tutto con una certa ansia e preoccupazione…

pgpmkq
Parto gemellare – Petit Fenis, Nus (AO)

…seguite da un gran sollievo quando tutto si conclude per il meglio! L’altro giorno c’erano due capre, in due box affiancati, entrambe hanno rotto le acque nello stesso momento, hanno partorito in contemporanea (ma una ha dato alla luce due gemelli) ed espulso insieme la placenta. Quando però ho visto i piedini che spuntavano qua e là, per un attimo mi sono detta… “E adesso???

j7ug4g
Pascolo invernale – Petit Fenis, Nus (AO)

Con il resto del gregge intanto si va al pascolo. Non tutte le capre erano gravide, per scelta “gestionale”, così sciolta la poca neve e salite le temperature, abbiamo ripreso ad andare in cerca di ghiande, castagne, qualche foglia secca e i primi ciuffi d’erba.

0bulsx
Non avendo interesse a mungere, i capretti restano con le mamme – Petit Fenis, Nus (AO)

Intanto in stalla le capre che hanno partorito mangiano dalla mangiatoia e i piccoletti poppano a volontà. Bisogna comunque seguirli attentamente almeno nelle prime settimane di vita, controllare che abbiano mangiato a sufficienza (ed eventualmente procurare una poppata aggiuntiva sotto una capra con più latte), verificarne lo stato di salute e così via.

e6igxh
Si inizia ad assaggiare qualcosa oltre il latte materno – Petit Fenis, Nus (AO)

Al pascolo con il gregge c’è già un capretto, ma ormai ha già più di un mese e può seguire agevolmente le capre. Anzi, supera la gran parte di loro e spesso si dedica a giochi sfrenati su e giù per qualche ceppo di legno o sasso. Presto avrà poi altri compagni di giochi!

alpxpx
Birba e i suoi gemelli – Petit Fenis, Nus (AO)

Quest’anno c’è stata una netta prevalenza di maschi, tra le nascite, ma non è un qualcosa su cui possa influire l’allevatore. Adesso l’importante è che stiano bene e che abbiano abbastanza cibo, per crescere sani e forti.

p8rruu
Iniziano i giochi e le corse qua e là per la stalla – Petit Fenis, Nus (AO)

Passati i primissimi giorni in “isolamento” con la madre, i box vengono aperti e… i piccoli fanno conoscenza tra di loro, cominciando a giocare. Tra non molto ci saranno grandi corse e salti, ma sarà anche ora di uscire tutti insieme al pascolo!

4 Replies to “Il tempo dei capretti”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...