Ci tengo che tutto sia fatto bene!

Con Enzo ci eravamo sentiti varie volte, da quando mi avevano dato il suo numero di telefono. O non poteva lui, o non potevo io… quasi credevo che non sarei più andata, anche perché io pensavo di intervistarlo in un vallone dove ero già stata per un’escursione l’anno scorso, un bell’itinerario da suggerire nel libro, e invece alla fine mi toccava raggiungerlo sull’altro versante…

6insdb
Alpe Le Bois – Valgrisenche (AO)

Mi ha richiamata lui, chiedendomi quando sarei andata. Lo ammetto, stavo quasi per rinunciare, ma alla fine siamo riusciti a combinare per un bel pomeriggio decisamente autunnale. Per fortuna, perché ne valeva veramente la pena, sia per il posto, sia per la chiacchierata. Con Enzo a dire il vero ci eravamo già incontrati lo scorso anno alla fiera di Luserna San Giovanni, dato che lui, oltre ad essere un allevatore, è anche commerciante di bestiame. L’appuntamento per quel giorno invece era sopra alla diga di Beauregard, al cancello che blocca l’accesso alle auto.

e1cach
Interno della vecchia stalla, Alpe Le Bois – Valgrisenche (AO)

Salgo pure io, seguendo Enzo e suo figlio Julien, che mi fanno fare una visita completa, fermandosi a tutti i tramuti, mostrandomi gli interni delle stalle e delle baite, le parti antiche e le nuove ristrutturazioni. “Prima affittavamo. Andavamo già su verso San Grato, poi siamo venuti anche qui, dopo due anni c’è stata l’occasione di comprare e così ho preso questi alpeggi e li abbiamo sistemati.

85hzax
Alpe Plontaz – Valgrisenche (AO)

Al secondo alpeggio la strada arrivava già nel 1973, poi all’ultimo non l’hanno fatta fino negli anni ’90. Hanno dovuto fare tutto il giro, salire e poi scendere, perché c’era uno sotto che non lasciava passare sui suoi terreni. L’alpeggio va curato come si deve, come una volta! Io ci tengo che sia tutto fatto bene, anche la casa deve essere tenuta pulita. Ci si cambia le scarpe per entrare e quando si va via, si pulisce tutto. Poi vengono le donne a mettere a posto a fine stagione, ma già gli operai devono lasciar pulito!

2k7fad
Brévil – Valgrisenche (AO)

L’ordine e la pulizia regnano ovunque, nelle baite, all’esterno e anche sui pascoli, dove il sistema di ruscelli per la fertirrigazione è ancora curato e utilizzato. Ormai i pascoli sono quasi stati interamente mangiati e i colori sono quelli dell’autunno. La quota è elevata, ma la stagione è comunque stata molto particolare, quest’anno, tra sbalzi di temperatura, temporali e siccità. Le baite nei vari tramuti hanno un portico tra la stalla e la casa con una fontana dove ci si può lavare prima di entrare nella struttura, rimanendo al coperto in caso di pioggia.

pboyus
Mungitura manuale, Brévil – Valgrisenche (AO)

Fino a 5-6 anni fa ho avuto operai valdostani, poi sono venuti anziani, hanno smesso e non c’è stato un ricambio di giovani. Così ho preso dei marocchini, sono più bravi a mungere a mano, mi sono trovato bene. Sono di parola, se dicono che fanno la stagione, la finiscono, non se ne vanno dopo un mese o due. Se i Valdostani avessero voglia di lavorare, potrebbero venire! Ma non hanno più voglia di lavorare tanto… Io voglio che si munga a mano perché così si controlla meglio l’animale, poi la mungitrice rimpiazza solo il lavoro di mungere. Per avere la gente seduta che guarda la macchina, meglio essere in 5-6 a mungere a mano e poi dopo via a fare i ruscelli!

9zbapl
Enzo all’alpeggio di Brévil – Valgrisenche (AO)

Enzo conosce molta gente, anche tra i pastori di pecore. Pure lui aveva un gregge, ma adesso alleva solo più bovini, pezzate rosse valdostane. “Una volta c’era chi aveva anche un po’ di pecore, ma 7-8, non di più. Poi venivano i Biellesi, ma anche allora per le pecore c’erano solo gli alpeggi diroccati.

q8xyot
La casera, Brévil – Valgrisenche (AO)

E’ vero, in Val d’Aosta abbiamo avuto dei contributi per mettere a posto gli alpeggi, ma c’è anche stato chi non li ha sfruttati. Continuiamo ad andare per un periodo anche di là a San Grato, ma lì non hanno ristrutturati nulla. Il casaro è uno dei miei operai, un paio di anni fa, mentre lavorava da altri, le sue Fontine hanno vinto il premio al concorso.

awi7cs
Fontine, Brévil – Valgrisenche (AO)

Le Fontine le porto via, ma quelle fatte quassù me le tengo. Le vendo io o le do in pagamento a quelli che mi mandano le mucche. Una volta a San Pietro si pesava il latte di tutte le mucche… a chi ha la mucca buona, qualcosa do ancora adesso. La Fontina non viene valorizzata abbastanza, quella buona finisce mischiata alle altre, una volta erano tenere che sembravano burro. Adesso il latte viene trasportato nei camion, alla fine nei caseifici scaldano di più il latte perché è tutto mischiato. Una volta, nelle latterie turnarie, non ti accettavano il latte se venivi da troppo lontano, perché arrivava freddo.

xycyss
Uscita dalla stalla, Brévil – Valgrisenche (AO)

Io ho l’alpeggio mio, qualche guadagno quindi ce l’hai ancora, ma i momenti in cui rastrellavi grandi soldi sono finiti! Io sono fissato per le bianche e rosse, le bestie le devi far rendere, non solo portare su bestie per avere letame per concimare i prati!

0zn8f3
Verso i pascoli, Brévil – Valgrisenche (AO)

C’è quella luce e quell’aria di fine stagione, anche i colori dicono che a breve bisognerà scendere. Si farà ancora una tappa nei tramuti sottostanti, mentre quassù verrà messo il letame nei pascoli, per garantirsi della buona erba per la stagione successiva. Devo salutare, devo rientrare, lasciandomi alle spalle questo vallone e questi alpeggi. Quando arrivo al lago, il sole è ormai tramontato dietro alle creste e soffia un vento freddo, autunnale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...