Manca tanta valorizzazione

In attesa del libro sulle capre (sì, uscirà in autunno, ad ottobre), ho iniziato a lavorare al nuovo testo che mi è stato commissionato, cioè un’opera “alla scoperta degli alpeggi valdostani”, su modello di quello che Monterosa Edizioni aveva già realizzato sul territorio ossolano. E così su questo blog vi proporrò stralci delle chiacchierate fatte in alpeggio con gli allevatori che incontrerò lungo gli itinerari.

orrb0u
Pascoli in fiore a Vetan (AO)

Sì, perché il libro abbinerà le escursioni al territorio: in montagna sul territorio ci sono gli alpeggi, con le persone che ci lavorano e gli animali, bovini, ovini, caprini. Per il Piemonte era sicuramente stato più semplice realizzare un’opera “portando” gli escursionisti ad apprezzare questa realtà anche attraverso i prodotti, dato che è normale poter acquistare latticini in alpeggio se su quei pascoli ci sono animali da latte. In Val d’Aosta la storia è un po’ diversa. Forse anche per questo ho accettato volentieri la “sfida”: c’è necessità di condurre il pubblico a scoprire un mondo che sembra essere sempre più “alieno”.

y6b0ra
Una delle innumerevoli sculture lignee lungo il percorso di salita al rifugio Mont Fallere – Vetan (AO)

Ho iniziato così la mia avventura da un itinerario già molto conosciuto ed apprezzato, quello che porta al Rifugio Mont Fallere, lungo il “museo a cielo aperto” che caratterizza questo percorso. “Il rifugio non era sui percorsi più classici, tipo le alte vie, e non ci sono grandi vette, così Siro, il gestore, si è inventato questa cosa delle sculture. Ce ne sono lungo tutto il sentiero ed è difficile riuscire a vederle proprio tutte, ce n’è un centinaio…“. Così mi racconta Gilberto Marcoz. “Buona parte dell’itinerario è sul mio alpeggio. Ci sono anche altri alpeggi e un’azienda che fa anche escursioni a cavallo, ma quando è stato creato l’itinerario, nessuno è stato convocato. 

Isolettaz – Vetan (AO)

Oltre a questo alpeggio, ne uso uno più in là, alla stessa quota, Vulmian. Se la gente passasse agli alpeggi, qualcosa venderesti. Sarebbe bello poter mettere uno chalet sul sentiero per vendere i prodotti, ma qui da noi c’è troppa burocrazia. Ogni tanto vado in Svizzera, nel Vallese, e là tutti gli alpeggi hanno il posto dove mangi i prodotti e li acquisti pure. Se vuoi farlo, chiedi il permesso, in 15 giorni ti danno l’autorizzazione e puoi partire con i lavori seguendo quello che ti richiedono. Poi vengono a fare i controlli a sorpresa e ti multano se non ha rispettato le norme. Ho visto un posto dove hanno fatto il locale in una parte della stalla, una porta la stalla, l’altro il ristorante. Qui l’ASL non ti darebbe il permesso. 

Vacche di razza valdostana castana al pascolo – Vetan (AO)

Sia qui, sia in fondovalle, mungiamo e lavoriamo noi il latte. Facciamo Fontina: è una DOP, c’è un disciplinare da seguire ed è un prodotto conosciuto, ma manca molta valorizzazione. Vendo alla cooperativa, si occupano loro della stagionatura, poi qualche forma me la riprendo per venderla direttamente. Ce la pagano poco, per essere una DOP, e quella di alpeggio la pagano solo 30 centesimi /Kg più dell’altra.

Gilberto e i suoi animali – Vetan (AO)

Al turista bisogna spiegare come si fa la Fontina, due lavorazioni al giorno, e questo è impegnativo. Poi la Fontina che puoi trovare in alpeggio è quella di fondovalle, perché c’è un minimo di 90 giorni per la stagionatura. Quindi le migliori Fontine di alpeggio si mangiano a Natale! Servirebbero degli chalet al fondo delle piste da sci, per esempio, dove vendere la Fontina spiegando queste cose.

Abbeverata – Vetan (AO)

Al turista di cose da spiegare ce ne sarebbero molte, da quel che mi racconta Gilberto. “L’alpeggio è un luogo di lavoro, quindi è di qualcuno, la gente se ne dimentica, sia chi ha la seconda casa, sia chi passa soltanto. Chi compra una casa su di qua, la prima cosa che fa è recintare il suo pezzo, poi pretende di sdraiarsi a prendere il sole nei miei pascoli. Ti racconto una cosa… dove metto la batteria per dare corrente al recinto, ho sempre un secchio per avere dell’acqua per bagnare il terreno dove pianto il picchetto della terra. Alla sera lo trovo pieno di immondizia… Certo, non tutti si comportano male, c’è chi saluta, chi lega il cane appena vede le bestie, ma ti ricordi di più quelli che si comportano male. Manca il rispetto!

La reina – Vetan (AO)

Gilberto alleva vacche di razza valdostana castana ed è anche un gran appassionato di Battaglie delle Reines. “Già mio nonno e il mio bisnonno avevano questa razza. Adesso ci sono due categorie di allevatori, chi le tiene per viverci, come me (e quindi devono anche avere latte) e l’hobbista che guarda solo che l’animale batta e se ne frega delle produzioni. Bisognerebbe dare la precedenza come regole a chi lo fa per vivere. Le battaglie sicuramente contribuiscono a mantenere vivo l’allevamento, ma adesso siamo in crisi.

Mandria al pascolo – Vetan (AO)

Parliamo dei problemi del settore, i contributi economici bloccati o che tardano ad arrivare fanno sì che le aziende fatichino ad andare avanti. “In passato abbiamo sicuramente avuto tanti aiuti per la viabilità degli alpeggi e per ristrutturare le strutture. Questo ha voluto dire tanto per la gestione dell’alpe. La montagna è bella quando c’è il sole, ma l’allevatore è su anche quando fa brutto tempo e ha diritto pure lui a farsi una doccia calda la sera, poter mettere ad asciugare gli scarponi e la giacca.” Avrò molto da imparare e da raccontare in quest’estate tra gli alpeggi della Vallée. Gli argomenti sono quelli “di sempre”, che accomunano gli allevatori in ogni parte delle Alpi (e non solo). Sicuramente però ascolterò nuove storie e vedrò meravigliosi panorami. Qui più che mai è necessario raccontare alla gente (turisti, escursionisti, ecc.) cosa sia il mondo dell’alpeggio.

One Reply to “Manca tanta valorizzazione”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...