Va male anche di là?

Arriva l’estate, gli alpeggi si animano, a volte si riesce anche ad andare a fare un giro oltreconfine per riempirsi gli occhi di belle immagini. Ci sono varie forme di turismo, chi va a vedere le città d’arte, i musei, chi va al mare e chi si immerge nel paesaggio rurale.

dac362
Prati sulla strada che porta a Davos – Canton Grigioni

L’erba del vicino, lo sappiamo bene, pensiamo sia sempre più verde. Ognuno ha i suoi miti, ci sono delle regioni considerate dei paradisi dagli abitanti delle altre (il Trentino Alto Adige e la Val d’Aosta, tanto per fare due nomi), oppure si pensa all’estero, e allora si crede che in Svizzera vada tutto bene e gli agricoltori/allevatori là facciano una bella vita.

s5gavt
Vacche in alpeggio al Fluelapass – Grigioni

Sicuramente ovunque c’è chi sta meglio e chi sta peggio, ma i problemi non mancano per nessuno, di questi tempi. Bisognerebbe avere dei contatti diretti e dei punti di vista da parte di persone del luogo per verificare veramente come stanno le cose. Il bello del mondo virtuale è che questi scambi li possiamo avere davvero anche senza muoverci da casa, quindi confido nei commenti da parte degli amici elvetici.

mmuuwz
Discesa dal tramuto superiore – Lago di Luzzone – Ticino

Certo, ci sono Italiani che vanno a fare la stagione proprio in Svizzera, chi con le pecore, chi con i bovini. Guadagnano bene, ma solo se quello stipendio verranno a spenderlo poi in Italia, altrimenti là la vita è molto più cara che da noi.

3cyeod
Azienda agricola a Bergun – Grigioni

Mi è capitato recentemente di vedere on-line alcuni video che parlano della crisi del settore agricolo in Svizzera, soprattutto per quello che riguarda le piccole aziende agricole. Stiamo parlando logicamente di aziende “di montagna”, vista la conformazione territoriale della confederazione elvetica. Anche da loro, nonostante aiuti e contributi, il piccolo agricoltore/allevatore sta sparendo.

njcoxi
Formaggi d’alpeggio – Val di Blenio – Ticino

Andate a guardare questo video andato in onda sulla rete televisiva della Svizzera Italiana alcuni mesi fa. Parla soprattutto di alpeggi nel Canton Ticino e di produzioni casearie. Vi sono storie, volti, parole che ritroviamo negli allevatori di tutti i paesi: passione, entusiasmo, amore per gli animali e per un certo tipo di vita. Però tutto ciò non basta a portare a casa la pagnotta, con le spese che tocca affrontare al giorno d’oggi.

ccpuvg
Rotoballe di fieno ad alta quota – Julierpass – Oberhalbstein

…Eppure la sopravvivenza degli alpeggi è minacciata. Il reddito medio per chi fa questo lavoro si aggira sui 4 mila franchi mensili ed è in calo costante. Anche il numero delle aziende (specie quelle di piccole dimensioni ) è in calo.” Questa è la presentazione sintetica del servizio. In un video in lingua francese che ho visto su facebook, si parla di 990 aziende agricole chiuse nel 2016.

fdakml
Val Poschiavo – Ticino

In attesa dei commenti degli amici svizzeri, ho cercato un po’ di notizie on-line: qui un commento politico dove (un po’ come succede da noi) si smentisce la crisi e si afferma che si tratta solo di una riorganizzazione del sistema. Tecnicamente può anche darsi che sia vero, economisti e politici possono anche dire che chiudono x aziende piccole, ma ci sono y aziende di dimensioni maggiori per cui la terra è comunque coltivata, le stalle piene, ecc ecc

m82weg
Pascoli e prati in Alta Engadina – Grigioni

Sappiamo però fin troppo bene come i numeri e la carta siano una cosa, la realtà e il territorio tutta un’altra. Un conto è la cura che può avere il piccolo (cura per il paesaggio, per i prodotti, per gli animali, per le strutture), un altro l’azienda di grosse dimensioni. Il piccolo sarà anche una nullità a livello economico, ma la sua importanza (soprattutto nel territorio della montagna o della collina) è fondamentale. Aree che vivono anche di turismo, possono “vendere” un paesaggio di un certo tipo fin quando ci saranno le piccole aziende agricole. Di articoli se ne possono leggere molti altri, anche in lingua italiana. La  situazione non è affatto rosea. L’erba del vicino secca come la nostra…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...